Lattine che diventano oggetti d’arte

01 Lug 2020

Lattine che diventano oggetti d’arte

Un’artista americano manipola quelle che poi diventano piccole sculture tridimensionali.

Oggetti usa e getta che, alla fine del loro utilizzo, diventano la materia con cui un artista crea i suoi lavori. Si tratta delle comuni lattine, il cui materiale, l’alluminio, si presta al riciclo materiale così come a quello artistico.

L’artistaamericano Noah Deledda trasforma la spazzatura in un tesoro, trasformando vecchie lattine in sculture. Realizzando i suoi lavoriinteramente a mano, l’artista usa il pollice per creare ammaccature e pieghe sulla superficiedelle lattina, dando vita a incredibili sculture tridimensionali adornate da impeccabili motivi geometrici.

Attraverso la scultura cerco di creare qualcosa di unico partendo da un oggetto ordinario“dice l’originale l’artista.

Il suo processo artistico inizia cancellando il design commerciale della lattina che “rivela una materia brillante dell’oggetto di consumo altrimenti ordinario. Per creare le sue opere, Deledda ha sviluppato una tecnica attraverso anni di prove, errori e molta pratica.

Crede che sia importante usare le proprie mani piuttosto che strumenti o la manipolazione guidata dalla macchina, non usa perciò arnesi speciali o lavorazioni straordinarie.

Una volta che ogni pezzo è completato, Deledda li incornicia in scatole di vetro e documenta ogni nuova scintillante scultura con foto e video.

Per favorire la narrazione del suo lavoro, l’artista di Detroit usa un’abile tecnica di editing video per creare l’illusionechescultura prendaforma all’istante, con il rapido movimento dellasuamanoche modella il metallo delle lattinedi alluminio.

L’obiettivo di Noahè quello di aumentare la consapevolezza dell’importanza del processo creativo.È per questo che trasforma lattine in oggetti d’arteche sfidanola percezionee ispirano la curiosità.